Linoleum pavimenti

 Torna indietro
 

Il Linoleum è nato nel 1860 da un brevetto inglese.

Grazie alla sua composizione il linoleum è  classificato come prodotto ecologico e riciclabile.

Queste caratteristiche, abbinate all'ampia disponibilità di colori rendono il linoleum un pavimento sempre attuale e versatile.......approfondisci 

 
Marmorette
Linoleum con marmorizzazione non direzionale
 
 Linoleum Marmorette
  • Formato teli H cm 200 
  • Spessore mm 2,0 - 2,5 - 3,2 
  • 56 cromatismi in 18 tonalità 
  • Cordoli per sigillatura standard o Camouflage multicolore in tinta disponibile per tutta la collezione
 
 

 Torna all'inizio della pagina 

 
Colorette
Linoleum con marmorizzazione fine non direzionale
 
Linoleum Colorette
  • Decoro particolarmente raffinato e minimalista.
  • Formato teli H cm 200
  • Spessore mm 2,5 
  • 56 cromatismi in 18 tonalità
  • Cordoli per sigillatura standard disponibile per tutta la collezione
 

 Torna all'inizio della pagina

 
Uni Walton
Linoleum in  tinte unite
 
Linoleum Uni Walton
  • Semplice ed elegante
  • Formato teli H cm 200
  • Spessore mm 2,5 - 3,2
  • 20 tinte unite
  • Cordoli per sigillatura standard disponibile per tutta la collezione
 
 

Torna all'inizio della pagina 

 

Intarsi e versione acustica

 

Intarsi personalizzati

Gli intarsi personalizzati colpiscono l’occhio di chi entra in un negozio o un albergo ma anche asili, scuole e altri edifice pubblici. Non ci sono limiti alle vostra creatività.

Marmorette Acoustic

Su richiesta possiamo fornire linoleum su supporto in sughero per incrementare il livello di assorbimento acustico. Questa soluzione rende il linoleum ancora più confortevole al caminamento migliorando  il livello di isolamento acustico e termico. Teli spessore 4 mm.

 
 

 Torna all'inizio della pagina 

   
Storia del Linoleum
 
 
Nato nel 1860 da un brevetto inglese, il linolem si basa sullo sfruttamento industriale di un fenomeno naturale: l'ossidazione dell'olio di lino. Questo processo crea una pellicola (chiamata "cemento" in gergo) che costituisce il legante di base per la produzione del linoleum.

Il metodo classico di produzione inizia con l'ossidazione di grandi quantità di olio di lino. Il "cemento" ottenuto viene fatto riposare per un po' di tempo, tagliato a pezzi e messo nel impianto di miscelazione dove vengono aggiunti prodotti naturali quali: farina di legno, sughero, carbonato di calcio, resine e pigmenti coloranti naturali. Questo impasto sminuzzato viene spalmato su un tessuto di iuta e calandrato. A questo punto il telo di linoleum viene sottoposto a stagionatura nelle cosiddette "stufe" ad una temperatura di circa 60°C. Dopo 20/28 giorni i teli possono essere avvolti e commercializzati.

 
Lo si riconosce da tutte le altre tipologie di pavimenti per la caratteristica presenza sul rovescio della tela di juta (tela di sacco).

 
  
Linoleum - vasta gamma colori
Linoleum - colori variegati o tinta unita
 
Linoleum - spess mm 2,0 - mm 2,5 - mm 3,2
 

Torna all'inizio della pagina  

 
          Linoleum in cucina                                                                    
 

Le proprietà battericidi del pavimento in linoleum e l'antistaticità naturale riducono la presenza di polvere e di sporcizia e lo sviluppo successivo degli acari e/o dei batteri della famiglia. 

 

Queste caratteristiche, abbinate all'ampia disponibilità di colori lo rendono un pavimento sempre attuale e versatile.

Possono essere fornite bordature o intarsi personalizzati.


Il linoleum ha la caratteristica di rigenerarsi nel tempo. L'ossidazione continua anche dopo i 28 giorni, producendo la linoxina che protegge il pavimento stesso.

Il linoleum può essere sottoposto a trattamenti superficiali atti ad ridurre gli effetti della microabrasione e riducendone la manutenzione.

Il linoleum  si presta a molteplici usi, in aree residenziali o commerciali. Lo si trova in commercio nelle versioni monocromatiche o variegate in una vasta gamma di colori.
Linoleum - intarsio d'esempio
 
Linoleum - intarsio
 
Linoleum - bordature
 
 

Torna all'inizio della pagina

 
I componenti del Linoleum
 
 
L'olio di lino, che è ottenuto spremendo i semi della pianta del lino. E' la  materia prima più importante del linoleum e l'origine del relativo nome.
 L'olio di lino-  un ingrediente del pavimento Linoleum  
La colofonia (resina), detta anche pece greca , è ricavata dagli alberi di pino usando un metodo che non nuoce al loro sviluppo, fornisce l'agente legante per il linoleum. Insieme all'olio di lino, la colofonia da al linoleum la relativa combinazione di resistenza e di flessibilità.
Linoleum - resina naturale
La farina di legno è usata perché ha la caratteristica di legare con i pigmenti. Ciò permette ai pavimenti in linoleum di avere bellissimi colori ed assicura la loro solidità a lungo termine.
Linoleum - farina di legno 
La farina di sughero è la corteccia della quercia di sughero proveniente dalle piantagioni in paesi mediterranei. La corteccia è sbucciata ogni sette/dieci anni senza danneggiare l'albero.
Linoleum - la farina di sughero 
Il calcare è reperibile dappertutto in quantità enorme. Nella relativa forma macinata molto finemente, è una materia prima importante per la produzione del linoleum.
 
I pigmenti organici donano colori bellissimi e vibranti. 
Non contengono i metalli pesanti (quali piombo o cadmio) o altre sostanze nocive e non rappresentano una minaccia per l'ambiente.
Linoleum - i coloranti sono a base naturale
La iuta, che è filata dalle fibre delle piante della iuta, è il supporto ideale per realizzare il  linoleum.
Linoleum - la juta sul rovescio 

Il linoleum è completamente biodegradabile e non libera le sostanze o i gas nocivi quali cloro e diossine.

 
Torna all'inizio della pagina